ITAS

ISTITUTO TECNICO ATTIVITÀ SOCIALI

Via trieste , 4 Sora (FR)
Tel 0776825645  fax 0776823182
codice istituto FRTE026017

La scuola trae origine dalla “Scuola di avviamento al lavoro”, che diventa poi “Scuola di avviamento professionale” (agrario, commerciale, industriale marinaro, femminile).

Anche a Sora viene attivata la “Scuola di avviamento professionale femminile” e il suo affermarsi è determinato dal ruolo di fornitrice di manodopera generica, riproducente i ruoli ausiliari del lavoro femminile per quel mercato particolare che è delle giovani non sposate e che risente meno delle difficoltà occupazionali in quanto è inserita in piccole aziende o in attività subalterne, a livelli salariali o di intensità del lavoro particolarmente svantaggiosi.Dopo le scuole elementari, le donne si iscrivono, quindi, alla Scuola di Avviamento Professionale, dove si accede, senza il preventivo esame di ammissione, che, invece, è necessario per l’accesso alla scuola media. L’Istituto Femminile di Stato rilascia un “diploma di idoneità professionale”, con cui è possibile accedere alla “Scuola di magistero”, dove, dopo altri due anni, si consegue il “diploma di maestra per l’economia domestica”. Alla fine degli anni cinquanta, esplodono le contraddizioni e ci si accorge che in Italia i livelli di istruzione sono incredibilmente bassi, mentre l’organizzazione del lavoro è alla ricerca di una formazione generica di base molto più elevata: in questo contesto nasce la scuola media unica e l’elevazione dell’obbligo scolastico a quattordici anni. Con la legge n. 782 dell’8.07.1956 e la “trasformazione delle scuole di magistero professionale per la donna e delle annesse scuole professionali femminili in Istituti Tecnici Femminili” (ITF), , si passa, attraverso un esame integrativo, nelle file della nuova istituzione scolastica, che al termine consegna un diploma con cui è possibile inserirsi nel mondo del lavoro con una qualifica di tecnico e di insegnare “Applicazioni tecniche” nella scuola media oppure “Esercitazioni di economia e sartoria” negli istituti tecnici e professionali. Intorno agli anni sessanta, s’innestano sull’Istituto Tecnico Femminile numerose maxisperimentazioni che intendono “rispondere ad esigenze essenziali della vita moderna, nella rinnovata e diffusa coscienza dell’importanza che le funzioni fondamentali della vita familiare rivestono per il benessere dei singoli e della società” (DM 14.01.1967) e che tendono, come suggerisce lo stesso documento ministeriale “alla formazione di quadri tecnici che possano unire, all’insostituibile sensibilità femminile, la conoscenza delle varie discipline teoriche e la padronanza delle tecniche necessarie alla moderna organizzazione e allo svolgimento della vita domestica nei suoi fondamenti scientifici e nelle sue incidenze umane. Nell’anno scolastico 1978-79, ai sensi dell’art. 3 del DPR n. 419 del 31.05.1974, ottiene due corsi di sperimentazione con sede a Sora e sezione staccata di Frosinone: il primo a indirizzo biologico -sanitario e il secondo linguistico. A partire dall’anno scolastico 1995-96, su sollecitazione del Ministero della P.I., sono attivati gli indirizzi coordinati Biologico “BROCCA” (dal nome del presidente della commissione Beniamino BROCCA, che elabora il documento) e Linguistico E.R.I.C.A. (Educazione alla Relazione Interculturale nella Comunicazione Aziendale). Con Decreto Interministeriale n. 383 del 7.10.1998, il Ministero della P.I. emana il “Regolamento recante la modificazione alla denominazione degli istituti tecnici femminili con quella di Istituti tecnici per attività sociali” (ITAS): la qualifica “femminile” resta solo un residuo del passato. Con l’accesso anche degli studenti maschi, l’Istituto incomincia a svolgere un ruolo sempre più propositivo nella realtà territoriale, a rappresentare un importante punto di riferimento per gli appassionati delle scienze biologico - sanitarie e a coniugare le potenzialità didattiche con le istanze espresse dalla società e dal mondo del lavoro. Negli anni scolastici 2007-08 e 2008-09, presso la sede centrale di Sora ha funzionato anche un corso serale per Dirigente di Comunità.
A seguito della Riforma Gelmini del 2010 gli istituti per le attività sociali sono stati rinominati in Istituti tecnici economici e i corsi attivi mandati a esaurimento, rinominati in "indirizzo amministrazione, finanza e marketing".

L'istituto tecnico-economico (anche istituto tecnico, settore economico) è un tipo di scuola secondaria di secondo grado di stampo tecnico nell'ordinamento italiano.

L'istituto tecnico si differenzia dall'istituto professionale principalmente per la preparazione congiunta tra teoria e pratica che garantisce una base tale da consentire l'accesso all'università. Ogni istituto è della durata quinquennale, con un biennio comune e introduttivo e un triennio in cui si affrontano le materie specialistiche date dall'indirizzo preso. La tecnica, concepita come l'uso logico ed appropriato di strumenti per ottenere un risultato date delle premesse, è la caratteristica comune del percorso formativo di tale tipologia di istituto scolastico.

Indirizzi di studio:

 

 

JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Stampa