L'indirizzo "Manutenzione e assistenza tecnica" è finalizzato alla preparazione di tecnici da inserire nei settori produttivi dell’industria o dell’artigianato. I risultati di apprendimento attesi dagli studenti, a conclusione dei percorsi quinquennali del settore, sono coerenti con l’obiettivo di consentire al diplomato di agire con autonomia e responsabilità e di assumere ruoli operativi nei processi produttivi connotati di innovazione tecnologica e organizzativa in costante evoluzione.

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, sono in grado di:

  • riconoscere nell'evoluzione dei processi produttivi, le componenti scientifiche, economiche, tecnologiche che li hanno determinati;
  • utilizzare le tecnologie specifiche del settore e sapersi orientare nella normativa di riferimento;
  • applicare le normative che disciplinano i processi produttivi, con riferimento alla riservatezza, alla sicurezza e salute sui luoghi di vita e di lavoro, alla tutela e alla valorizzazione dell'ambiente e del territorio;
  • intervenire, per la parte di propria competenza e con l’utilizzo di strumenti tecnologici, nelle diverse fasi e livelli del processo dei servizi, per la produzione della documentazione richiesta e per l’esercizio del controllo di qualità;
  • svolgere la propria attività operando in equipe, integrando le proprie competenze all'interno di un dato processo produttivo;
  • riconoscere e applicare i principi dell’organizzazione, della gestione e del controllo dei diversi processi produttivi assicurando i livelli di qualità richiesti;
  • riconoscere e valorizzare le componenti creative in relazione all'ideazione di processi e prodotti innovativi nell'ambito industriale e artigianale;
  • comprendere le implicazioni etiche, sociali, scientifiche, produttive, economiche, ambientali dell’innovazione.

I percorsi quinquennali sono articolati in due bienni e un quinto anno e si concludono con il conseguimento di un diploma di istruzione professionale in relazione ai diversi indirizzi.

Risultati di apprendimento

I risultati di apprendimento, attesi a conclusione del percorso quinquennale, consentono agli studenti di inserirsi nel mondo del lavoro, di proseguire nel sistema dell’istruzione e formazione tecnica superiore, nei percorsi universitari e nei percorsi di studio e lavoro previsti per l’accesso agli albi delle professioni tecniche secondo le norme vigenti in materia. A tale scopo, nel corso del quinquennio viene assicurato un orientamento permanente degli studenti, che li sostenga a scelte fondate e consapevoli. Per garantire un pieno sviluppo degli alunni, l’I.I.S. “Nicolucci-Reggio” mira inoltre ad assicurare l’acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza e costituzione. A tale scopo concretizza in un percorso unitario momenti in cui i saperi e le competenze degli assi culturali si accompagnano ad un’attiva partecipazione alla vita sociale e professionale.

A conclusione del percorso quinquennale, i risultati di apprendimento dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” afferiscono alle seguenti competenze specifiche:

  • Comprendere, interpretare e analizzare schemi di impianti;
  • Utilizzare, attraverso la conoscenza e l’applicazione della normativa sulla sicurezza, strumenti e tecnologie specifiche;
  • Utilizzare la documentazione tecnica prevista dalla normativa per garantire la corretta funzionalità di apparecchiature, impianti e sistemi tecnici per i quali cura la manutenzione;
  • Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite;
  • Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni dei sistemi e degli impianti;
  • Garantire e certificare la messa a punto degli impianti e delle macchine a regola d’arte, collaborando alla fase di collaudo e installazione;
  • Gestire le esigenze del committente, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficaci ed economicamente correlati alle richieste.

Profilo di uscita

Il diplomato di istruzione professionale nell'indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi. Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori produttivi generali elettrico  e meccanico e specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

In particolare, è in grado di:

  • controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente;
  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi;
  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi;
  • utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che lo coinvolgono;
  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento;
  • reperire e interpretare documentazione tecnica;
  • assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi;
  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità;
  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche;
  • operare nella gestione dei sevizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.

Le competenze dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” sono sviluppate e integrate in coerenza con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio.

Quadro orario

Le due curvature, elettrica e meccanica, hanno lo stesso quadro orario e le stesse discipline e differiscono solo per i contenuti trattati nelle singole materie.

Discipline 1° biennio 2° biennio + V anno
  I anno II anno III anno IV anno V anno
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Storia, cittadinanza e costituzione 1 2 2 2 2
Geografia generale ed economica 1        
Matematica 4 4 3 3 3
Diritto ed economia 2 2      
Scienze della terra e biologia 2 2      
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Tecnologie e tecniche della rappresentazione grafica 2 3      
Scienze integrate (fisica) (*) 2 (2) 2 (1)      
Scienze integrate (chimica) (*)   2 (1)      
Tecnologie dell'informazione e della comunicazione 2 (2) 2      
Laboratori tecnologici ed esercitazioni (**) 6 3 4 3 3
Tecnologie meccaniche e applicazioni (*)     5 (2) 5 (2) 3 (2)
Tecnologie elettriche-elettroniche e applicazioni (*)     5 (2) 4 (2) 3 (2)
Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione (*)     3 (2) 5 (2) 8 (2)
Totale delle ore settimanali 33 32 32 32 32

(*) L’attività didattica di laboratorio caratterizza gli insegnamenti dell’area di indirizzo dei percorsi degli istituti tecnici; le ore indicate tra parentesi sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza degli insegnanti tecnico-pratici. 

(**) Previste ore di solo insegnamento tecnico-pratico.

Riforma in corso

L'istituto professionale ha subito una riforma che è entrata in vigore con l'anno scolastico 2018/19. Nel quadro orario della tabella precedente il primo anno riporta le ore previste secondo il nuovo ordinamento mentre gli altri anni sono ancora riferiti al vecchio perché le classi attuali completeranno il percorso secondo l'ordinamento vigente all'atto dell'iscrizione in prima.

Per approfondire